Home - Crypto - Aggiornamento del mercato Bitcoin per il 27 gennaio 2021: Analisi dei prezzi, ETF, minatori

Aggiornamento del mercato Bitcoin per il 27 gennaio 2021: Analisi dei prezzi, ETF, minatori

Posted on Januar 2021 in Crypto

Questo rapporto fornisce un aggiornamento (alle 08:30 UTC del 27 gennaio 2021) sulle ultime riflessioni sul Bitcoin da parte di analisti, investitori e trader.

Azione del prezzo del Bitcoin

Secondo i dati di TradingView, sul crypto exchange Bitstamp, Bitcoin è stato scambiato nel range $30.884 (alle 14:45 UTC) – $32.919 (alle 23:01 UTC) martedì (26 gennaio).

L’analista crittografico Alex Krüger ha offerto questa analisi dell’ultima azione dei prezzi di Bitcoin:

  • „$BTC è bloccato in un range all’interno di un range: 29K-35K. Può rompere in entrambi i modi. La ragione principale per cui sono rialzista sono i tassi di interesse. L’esuberanza ha risciacquato il sistema in modo drammatico, come si riflette nel calo dei tassi. Questo è un mercato toro, e i commercianti sono ora ribassisti. Questo è rialzista“.
  • „Il finanziamento è piatto o negativo. I perpetui sono scambiati al di sotto dello spot. La base perp-spot non è stata negativa così a lungo da prima delle elezioni di novembre, e la base trimestrale annualizzata è scesa dal 25%-28% di una settimana fa al 7-10% ora. Tutti segni di un sano raffreddamento“.
  • „A differenza dei tempi passati durante questo mercato toro, il mio livello di fiducia per la continuazione al rialzo non è assoluto. La ragione principale è la „paura delle altezze“. Il prezzo potrebbe essere troppo alto per attirare l’interesse di acquisto per sostenere la corsa. Inoltre, il Tether FUD è reale. Metti le probabilità di rottura al 70%“.

ETF Bitcoin

Venerdì scorso (23 gennaio), Valkyrie, con sede a Dallas, che è „una società di gestione patrimoniale alternativa specializzata“, forse percependo i venti di cambiamento – a seguito dell’annuncio che il professore crypto-friendly Gary Gensler è stato nominato dal presidente Biden come suo candidato alla presidenza della U.S. Securities and Exchange Commission (SEC) – ha presentato una proposta di ETF Bitcoin (chiamato „Valkyrie Bitcoin Fund“) alla SEC.

Secondo un rapporto di Coindesk, martedì (26 gennaio), Catherine Wood, fondatore, CIO e CEO di ARK Investment Management, LLC (alias „ARK“ o „ARK Invest“), mentre parlava all’evento „Big Ideas 2021“ di ETF Trends, ha detto che non pensava che la SEC avrebbe approvato una proposta di ETF Bitcoin fino a quando il market cap di Bitcoin (attualmente circa 580 miliardi di dollari) non avrebbe raggiunto i 2.000 miliardi di dollari:

„L’inondazione della domanda deve essere soddisfatta, quindi dovrà arrivare ben oltre un trilione di dollari – 2 trilioni di dollari, credo, prima che la [U.S. Securities and Exchange Commission] si senta a suo agio…“

I minatori stanno vendendo quantità insolitamente grandi di Bitcoin nell’attuale rally?

Ki Young Ju, il CEO della startup sudcoreana di analisi blockchain CryptoQuant ha detto che a breve termine, rimane ribassista sul Bitcoin a causa delle prese di profitto da parte dei minatori da quando il prezzo del Bitcoin ha raggiunto 42.000 dollari.

CryptoQuant definisce il Miners‘ Position Index (MPI) come „il rapporto di un importo di tutti i deflussi dei minatori in USD diviso per 365 giorni di media mobile di esso“ e „valori superiori a 2 indicano che la maggior parte dei minatori stanno vendendo“.

Neil Van Huis, direttore delle vendite e del trading istituzionale presso Blockfills, ha detto a Coindesk:

„Per la prima volta da un po‘ di tempo, sembra che i minatori abbiano venduto alcune partecipazioni abbastanza consistenti per raccogliere contanti, come ci aspettavamo su un rally dopo ottobre… Con la necessità di allocare il capitale in più (e più nuovi) impianti di estrazione, togliere bitcoin dal loro bilancio per contanti a prezzi tre o quattro volte superiori 30-60 giorni dopo la fine della stagione umida in Cina era circa lo scenario migliore che [i minatori] avrebbero potuto chiedere.“